Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Coppie e Liti

Le lacrime di Ambra Angiolini e il “massacro” dei media

Se ne parla da ore, da giorni. Ovunque. In tutti i fiumi e in tutti i laghi. Abbiamo provato a contare i siti che riportano la notizia, ma non siamo riusciti ad ottenere un numero preciso: sono troppi. Tutti con il titolo simile: Ambra Angiolini in lacrime, con Francesco Renga è crisi nera. Il settimanale Chi diretto da Alfonso Signorini ha pubblicato qualche foto raffigurante la coppia durante il primo giorno di scuola. Hanno accompagnato i figli Jolanda (11 anni) e Leonardo (9), fanno ritorno a casa camminando l’una accanto all’altra ma non troppo vicini. L’ex ragazzina prodigio ha il volto di marmo, si capisce che ha trattenuto troppo. E alla fine, appunto, scoppia a piangere. Con Renga che pare provi a calmarla, ma senza metterci troppo calore e/o troppa convinzione. Una scena non bella. Una scena triste. Ma i paparazzi l’hanno prontamente immortalata con ingordigia, con avidità, senza minimamente prendere in considerazione le parole “rispetto” e “sensibilità”. Perché scatti del genere significano un bel po’ di soldi. Perché scatti del genere vengono contesi dai giornali e alla fine se li accaparra chi sgancia di più. Il settimanale Chi, in questo caso.

Poi l’iter è ormai noto: ciò che mostra il cartaceo rimbalza sul web. Blog, testate online, Facebook, Twitter, forum vari. Una volta innescata la bomba, non c’è modo per tornare indietro. La viralità esplode in tutta la sua potenza. E così stanno facendo a pezzi Ambra e Renga. Ora, lui è un uomo. E ha un carattere diverso rispetto alla moglie. Insomma: di certo non si sta divertendo in questo momento, di certo è infastidito, però è anche uno che sa fregarsene. Ambra no. Ambra ci sta male. Ci sta peggio. E allora quelle lacrime, grazie al mondo esterno, sicuramente si sono fatte più copiose. Ma poi, che gusto c’è? Ma possibile che il dolore altrui sia un balsamo per il proprio, per la propria infelicità e le proprie frustrazioni? Possibile che aumenti ulteriormente, il gusto, nel caso dei personaggi famosi? Ah che meraviglia, questi tizi che hanno tutto, che hanno la fama e i soldi, che fanno una vita perfetta… Ah che sollievo, ma allora soffrono anche loro!! Ma che sollievo! E vediamo, vediamo come piange! Ah lui l’ha tradita con la bionda? Ah, hanno fatto le vacanze separati? Ah, però anche lei qualche anno fa l’aveva fatta grossa eh…

E via così. Un rosario di frasi dense di cinismo eppure, paradossalmente, liberatorie. Rigeneranti. In quanti stanno meglio, adesso che la vita sentimentale di Ambra è stata vivisezionata. Tanti, troppi. E allora no, quella foto noi non la mettiamo. Andate a cercarla altrove.

Foto by Facebook

Pulsante per tornare all'inizio