Detto da loro

Uomini e Donne, è guerra tra Eleonora Rocchini e Oscar Branzani: cosa sta succedendo

Solo qualche settimana fa Oscar Branzani e Eleonora Rocchini hanno ufficializzato via social la loro separazione. I due, il cui amore è scoppiato negli studi di Uomini e Donne, si sono detti addio dopo quasi quattro anni insieme, lasciando senza parole i fan.

La guerra social tra Eleonora Rocchini e Oscar Branzani

Oggi gli ex fidanzati sono protagonisti di una nuova guerra social senza esclusione di colpi: oggetto della discussione, in cui è stata tirata in ballo anche la sorella dell’ex tronista Dalila, sarebbe un presunto avvicinamento della Rocchini a Nunzio Moccia, a sua volta ex fidanzato della sopracitata sorella di Oscar.

Eleonora Rocchi racconta la sua verità

A chiarire tutta la questione ci ha pensato però la diretta interessata. Eleonora Rocchini, con un lungo post su Instagram ha svelato tutta la verità, aprendosi ai suoi follower:

“Non ho mai voluto parlare delle mie cose private, proprio perché private, ma non riesco più a leggere certi commenti. Ci sono stati da parte sua dei tradimenti […]. Mi sono persa psicologicamente ho lasciato andare via tutto, giorno dopo giorno, lasciavo la presa sempre di più. Ero stanca, non ero felice, non mi fidavo più, non ero più me stessa. Ho cercato di recuperarci tante volte, ho fatto di tutto. Lui non era predisposto, era tutto scontato per lui.  […] E proprio quando ero in questo stato di confusione e malessere più totale, ho incontrato una persona che mi ha dato una dolcezza sentita e pura che era tanto che non ricevevo. Mi sono lasciata andare, nonostante non dovessi, non sono riuscita a fare altrimenti. Questa persona è l’ex fidanzato di Dalila di tre anni fa. No sono riuscita a parlarne con lei perché non sapevo da che parte cominciare e come giustificare queste mie emozioni, sapevo che era sbagliato, mi vergognavo, sapevo che avrei perso l’amicizia con lei, ci soffrivo, ma nonostante ciò non ho saputo fermarmi. […] Io e Nunzio ci abbiamo provato ad allontanarci, ripetutamente, ma senza riuscirci”.