Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Chicche di Velvet

Principessa Anastasia, il mistero della scomparsa tra storia e leggenda

Idolo di molte bambine, Anastasia è diventata famosa grazie al film di animazione, contraddistinto dalla celebre colonna sonora cantata da Tosca e Fiorello. Oltre a essere un cartone animato, però, Anastasia è esistita davvero ed era una delle figlie dello zar Nicola II di Russia.

La sua famiglia fu tragicamente uccisa, ma su di lei aleggia ancora oggi il mistero della scomparsa. Ecco di cosa si tratta.

Anastasia ancora viva?

Anastasia Nicolaievna Romanova era la figlia dello zar Nicola II di Russia e della zarina Alexandra Fedorovna. Secondo la leggenda sarebbe stata l’unica della famiglia ad essere sopravvissuta alla strage, opera dei rivoluzionari leninisti.

Quando la famiglia reale russa fu sterminata, Anastasia aveva appena 17 anni. Era il  17 luglio 1918 e i corpi di lei e del fratellino Alessio non vennero mai trovati. Secondo quello che viene riportato nello fonti, si sa che tutti i corpi della Famiglia Reale furono dati alle fiamme e seppelliti.

Il fatto che non ci fossero dei corpi, però, portò gli estremisti a pensare a un doppio gioco da parte del comandante e ad una possibile fuga dello zar negli Stati Uniti. Nel 1994, però, il test del DNA ha svelato qualcosa di inaspettato.

Dove sono i corpi di Alessio e della sorella?

Nel 1994 furono esaminati per la prima volta i resti della Famiglia Reale russa. I campioni di DNA provarono che si trattava dei Romanov, ma ammisero che tra questi non c’era Anastasia, né il fratellino Alessio. D’altronde fin da subito girava voce che loro fossero scampati a quella notte in cui i Romanov furono sterminati.

Poco tempo dopo il massacro, inoltre, una ragazza a Berlino aveva dichiarato di essere la granduchessa Anastasia, scampata alla morte grazie alla pietà di un soldato. Ben presto arrivarono le smentite da parte dei membri delle famiglie reali europee, che negavano ogni parentela con quella ragazza. Alla fine si scoprì che si trattava di una ragazza di nome Anna Anderson e che aveva grossi problemi psichiatrici. Venne internata in un istituto psichiatrico.

La donna continuò a professare per tutta la vita di essere proprio lei la principessa Anastasia, ma nessuno le credette e alla fine, quando morì, il corpo fu cremato in fretta e furia. Il mistero della sua scomparsa rimane un giallo.

LEGGI ANCHE: Mistero messaggi subliminali: la scoperta è inquietante

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Pulsante per tornare all'inizio