Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Chicche di Velvet

Avete mai visto il figlio di Vittorio Sgarbi? Ecco chi è Carlo [FOTO]

Carlo Brenner è il figlio di Vittorio Sgarbi, il famoso critico d’arte. I due hanno da sempre avuto un rapporto difficile e per questo motivo Carlo ha adottato il cognome della sua defunta madre.

Ecco chi è Carlo, il figlio di Vittorio Sgarbi [FOTO]

Classe 1988, Carlo Ferdinando Sgarbi Brenner è nato a Milano da Vittorio Sgarbi e la defunta Patrizia Brenner, stilista, scomparsa a soli 52 anni a causa di un brutto male. Nonostante il padre lo abbia riconosciuto fin da subito, i due non hanno mai avuto un legame: il ragazzo, infatti, ha più volte rimproverato il genitore di non aver contribuito alla sua educazione e di aver fatto sentire la sua presenza solo economicamente, disinteressandosi di tutto il resto. Proprio per questo motivo ha deciso di adottare il cognome della mamma; durante una puntata del Maurizio Costanzo show aveva dichiarato: “Essere padre vuol dire un’altra cosa”.

Dopo le forti dichiarazioni del figlio, Vittorio ha rilasciato un’intervista in cui ha rivelato: “Davo a sua madre undici milioni (di lire, ndr.) al mese. A dire la verità, speravo di cavarmela con cinque. Quando poi è morta, ha proposto a suo figlio di andare a vivere con lui a Roma. Gli avrei fatto da padre e da madre, lui avrebbe avuto una vita bellissima. E invece ha preferito starsene a Varese con un badante.” Per poi aggiungere: “Guardi che io avrei fatto la mia vita, comunque. Non credo nella paternità. I figli sono delle madri. È la natura a dirlo. Una donna per fare un figlio ci mette nove mesi, un uomo dieci minuti”.

Carlo ha conseguito una laurea Triennale in Filosofia all’Università Statale di Milano e nel 2011 si è trasferito a Roma per la Laurea Specialistica in Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli. Attualmente lavora come impiegato a Roma presso la Banca Intesa San Paolo, dopo un’esperienza come freelance per The Post e come inviato per alcune emittenti e per Radio Radicale.

Pulsante per tornare all'inizio