Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Indiscrezioni & Social

Il segreto sulla morte di Lady D.: “Lei ha cambiato itinerario all’ultimo minuto, voleva andare in Italia”

La morte della principessa del popolo, Lady D., è ancora un mistero. Nel corso degli anni sono state tantissime le ipotesi avanzate; si tratta di una storia misteriosa, difficile da decriptare. Tuttavia, ci sono delle dichiarazioni che hanno aperto degli scenari interessanti.

“E’ stato lui a cambiare itinerario, lei stava andando in Italia…”

Si chiama Dai Davis, è l’ex capo della sicurezza dei Windsor ed è stato lui a rilasciare, qualche tempo fa, un’intervista esclusiva al settimanale “Chi”, svelando alcuni particolari scioccanti sulla tragica scomparsa della principessa Diana. In carica dal 1995 al 1998 e a capo di ben 450 persone destinate alla sicurezza dei Windsor, Davis ha ripercorso gli anni cruciali della vita di Lady Diana, quelli immediatamente seguenti alla separazione della principessa dal principe Carlo. Testimone di numerose avventure sentimentali di Diana, a sua detta, l’ex ufficiale non si è limitato a ricordare le pagine più rosa (seppur altrettanto scandalistiche) di quel periodo, ma ha espresso anche la sua teoria in merito al tragico incidente che ha visto morire la principessa:

“La principessa quel giorno cambiò itinerario all’ultimo momento. Sarebbe dovuta andare in Italia, ma all’ultimo momento andò a Parigi con Dodi Al Fayed. Era impossibile organizzare un attentato con quel cambio di programma. Ritengo che l’uomo responsabile della morte di Diana sia l’autista, Henri Paul. Era ubriaco e non avrebbe dovuto guidare. È vero che i fotografi davano la caccia a Diana, ma le macchine fotografiche non uccidono. Uccidono gli autisti ubriachi“.

Pulsante per tornare all'inizio