Primo PianoTV

Sanremo 2022, l’arrivo di Maria Chiara Giannetta e il ritorno di Beppe Vessicchio

Quarta puntata per la kermesse canora condotta per la terza edizione di fila da Amadeus

La quarta serata del Festival di Sanremo parte con grandi premesse. Serata di cover, quindi serata di grandi ospiti scelti dai 25 concorrenti in gara. Manca sempre meno alla finale e, mentre si cerca di spezzare la tensione, sul palcoscenico Amadeus è affiancato da una nuova co-conduttrice, la quarta di questa 72esima edizione, quale Maria Chiara Giannetta. L’attrice è ben conosciuta dal pubblico di Rai 1 poiché ha interpretato Blanca nell’omonima serie televisiva. E non è l’unico nome da fiction che Amadeus ha voluto questa sera all’Ariston. Tra gli ospiti infatti figura anche Lino Guanciale.

Sanremo 2022, l’arrivo di Maria Chiara Giannetta come co-conduttrice

Serata di cover che trae spunto da quattro decenni di musica, spaziando fra canzoni Anni ’60, ’70, ’80 e ’90 sia italiane che internazionali. La prima ad esibirsi è Noemi con (You make me feel) A natural woman, poi segue Giovanni Truppi che porta Nella mia ora di libertà con Vinicio Capossela e Mauro Pagani. Ma, prima di accogliere Yuman sulle note di My Way, arriva la co-conduttrice della quarta serata di Sanremo 2022.

Maria Chiara Giannetta corre giù dalle scale con emozione e raggiunge Amadeus. Quest’ultimo racconta con grande ilarità del giorno in cui l’ha chiamata per proporle di co-condurre Sanremo. Maria Chiara Giannetta, presa dall’emozione, gli ha risposto semplicemente con un: “Ci penso“. Una volta riagganciato, ha realizzato cosa è successo e l’ha richiamato subito, dicendogli di sì “perché Sanremo capita una volta nella vita“. Dall’allegria contagiosa, Maria Chiara Giannetta sin da subito ha dimostrato che l’Ariston non la intimidisce.

Il (trionfale) ritorno di Beppe Vessicchio

Ed è grande l’emozione del pubblico in sala e da casa per l’ingresso di Beppe Vessicchio, che accompagna l’esibizione de Le Vibrazioni salendo direttamente sul palcoscenico. Per questa sera, il suo posto è al pianoforte, “il suo primo amore” a detta di Amadeus. E, a fine esibizione, si becca anche un mazzo di fiori perché, come dice Amadeus, è “la colonna della musica oltre che del Festival di Sanremo“.

Sanremo

Dopo un saluto in foggiano alla sua famiglia di Maria Chiara Giannetta, Sangiovanni canta A muso duro con Fiorella Mannoia, la quale subisce ancora il fascino dell’Ariston. “Questo palco fa un effetto che non mi spiego, dopo tutti questi anni non mi sono ancora abituata a questo palco, è sempre una grande emozione“. E la cantante ricorda che, esattamente il 4 febbraio del 1987, ha cantato per la prima volta Quello che le donne non dicono proprio lì, all’Ariston.

Sanremo 2022, standing ovation per Elisa e il duo Morandi-Jovanotti

Grande attesa per Gianni Morandi e Jovanotti che si presentano sul palco come gemelli siamesi, indossando lo stesso smoking e animati dalla stessa scintilla negli occhi. Con un’energia invidiabile, regalano all’Ariston un prezioso medley che si becca anche una standing ovation.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Velvet Mag (@velvetmag.it)

Ed è lo stesso trattamento riservato all’esibizione di Elisa che, a piedi scalzi, canta What a feeling, e ad Achille Lauro e Loredana Berté, che cantano Sei bellissima (con tanto d’inchino). Il cantante romano regala un mazzo di rose rosse e una dolce lettera alla sua accompagnatrice, dedicata “all’immensa artista e incredibile donna che sei prima di tutto. Che strano uomo sono io incapace di chiedere scusa, perché confonde il perdono con la vergogna. Che ti chiama pagliaccio perché pensa di dover combattere ciò che non riesce a raggiungere.” E ancora: “Che dice solo sei bellissima, perché ha paura di riconoscere il tuo valore”. E chiude con: “Stasera per i tuoi occhi ancora chiedo scusa e vado via. Lauro“.

Sanremo

Pausa dalle cover con un intervento comico di Maria Chiara Giannetta che propone un gioco fra due innamorati che si tradiscono e dialogano attraverso il testo delle canzoni con il supporto di Maurizio Lastrico. E si passa da Grazie dei fiori a “cerco un centro di gravità permanente”, da “tu lo sai che la tachipirina 500 se ne prendi due poi te ne restano mille” a “La verità ti fa male, è colpa di Alfredo, eravamo quattro amici al bar. Non posso rimanere fermo con le mani in mano. Ci son cascato di nuovo“.

E, a colpi di “Tu sei fuori di testa, ma diversa da loro” e “Parole, parole, parole, soltanto parole tra noi“, si conclude con un: “Maestro, metti un po’ di musica leggera perché ho voglia di niente“. Irama riporta Gianluca Grignani a Sanremo con La mia storia tra le dita e la loro è un’esibizione decisamente esuberante. Iva Zanicchi invece rende omaggio all’indimenticabile Milva scomparsa poco tempo fa.

Jovanotti invita Amadeus a disegnare e recita una poesia

E, tra una cover e l’altra, Jovanotti ritorna sul palco interpellato da Amadeus che lo annuncia così, un super amico: “Ho portato sul palco tutto quello che sentivo e questa persona che sta per entrare è una persona speciale che ha sempre portato sul palco tutto se stesso. È qui non come ospite, ma come super amico. È con noi l’uomo con il quale il secolo scorso ho fatto il mio debutto televisivo: Lorenzo Jovanotti“.

Sanremo

L’hanno definito il Festival degli amici, salutando anche Fiorello (questa volta a casa), e ricordano i loro esordi in TV e alla radio. “Ha fatto ballare milioni di persone, ha fatto concerti spettacolari, ha fatto viaggi incredibili in bicicletta e non so come faccia, ma quando ho saputo che venivi… quando vedi un amico dopo tanti anni, quante cose gli vorresti chiedere? Io di getto una: come stai?”, gli ha chiesto Amadeus.

Sto bene e sono molto contento di essere qua“, è la risposta di Jovanotti, suggellata da un abbraccio e un sorriso sincero. “Abbiamo passato un paio d’anni complicati, difficili per tutti, però bisogna sempre cercare cosa c’è di buono nelle cose che ti accadono. Per molti sono stati anni di riscoperta, per esempio di talenti nascosti. Io so che tu hai riscoperto questo tuo talento, che avevi da bambino, legato all’arte, alla pittura“, si è rivolto al direttore artistico di Sanremo.

Sanremo

E fu così che Amadeus disegnò sul palco dell’Ariston. Il tema? Il mio Sanremo. Mentre Amadeus si concede una sessione di disegno, Jovanotti conquista il palco recitando una poesia, che ha sempre amato. “Riempie i vuoti, ti lascia davanti a un abisso e al cielo e tu sei lì in mezzo e riesci a non sentirti solo“. Per la quarta serata di Sanremo, ha scelto il testo di Bello mondo di Mariangela Gualtieri.

LEGGI ANCHE: FantaSanremo mania tra i big in gara: il gioco che dal bar “Papalina” sta spopolando al Festival

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.