Detto da loroPrimo PianoVita da VIP

Federica Panicucci: “Ero la babysitter del figlio di Bonolis”

La conduttrice di "Mattino Cinque" racconta alcuni retroscena della sua vita privata

Federica Panicucci prima di trovare il successo nel mondo dello spettacolo è stata una babysitter, come ha raccontato in una recente intervista al Corriere della Sera.

La conduttrice, nonché volto di Mattino Cinque, si è raccontata in una intervista rilasciata al Corriere della Sera, svelando un curioso retroscena sulla sua vita privata. La Panicucci aveva 19 anni quando faceva la babysitter. In quegli anni Federica e Paolo Bonolis abitavano nello stesso palazzo a Roma. Allora, la custode del condominio le disse che il conduttore stava cercando qualcuno che potesse badare al figlio. Nell’intervista la Panicucci ha raccontato i dettagli di quell’incontro con il conduttore, e quanto sia stato importante averlo incontrato nella sua vita.

Federica Panicucci a "Mattino Cinque"
Google

Federica Panicucci: i primi passi verso il successo

La conduttrice frequentava la scuola quando si trovava a casa di Paolo Bonolis per badare al figlio Stefano, che allora aveva solo nove mesi. Sembra piuttosto incredibile, però è stato davvero così: ho fatto da babysitter al primo figlio di Paolo Bonolis, Stefano. Aveva nove mesi, quando mi chiamavano badavo a lui. […] Paolo mi dava 4mila lire l’ora”.

Quell’incontro è stato decisivo per la Panicucci. Bonolis conduceva allora Bim Bum Bam e le lanciò lui l’idea di mettersi in gioco e tentare la strada della moda: “Una sera, mentre ero da lui, gli chiesi di poter accendere la tv per vedere il concorso di modelle The look of the Year, programma che in futuro avrei anche condotto. In quel momento mi disse: «Perché non provi anche tu a fare la modella?». E mi diede l’indirizzo dell’agenzia che poco dopo mi fece fare il provino per Portobello. Se Paolo non mi avesse dato l’indirizzo di quell’agenzia, chissà come sarebbero andate le cose“, ha rivelato la conduttrice durante l’intervista. Un consiglio che la ha poi aperto la strada verso il successo, portandola ad un certo punto della sua carriera sul palco del Festivalbar.

Federica Panicucci al "Festivalbar"
Google

Ricordando il Festivalbar la conduttrice ammette: “Ero terrorizzata”

Quando venne chiamata per condurre il Festivalbar, Federica Panicucci ha dichiarato al Corriere della Sera che era terrorizzata anche perché – inizialmente – su quel palco doveva salirci un’altra persona: “Non ero pronta. Ero terrorizzata, anche perché non avrei dovuto presentarlo io. Ma chi era stato scelto aveva avuto un imprevisto. Mi chiamò Vittorio Salvetti così presi la mia macchina, armata di stradario, alla volta di Ascoli Piceno. Nessuno mi aveva preparato al boato dei 30 mila in piazza: parlavo, ma non riuscivo a sentirmi, fu una delle sensazioni più forti mai provate”. Federica Panicucci ha fatto molta strada, tanta gavetta, diventando oggi, uno dei volti di punta Mediaset.


LEGGI ANCHE: Robbie Williams senzatetto? “Non abbiamo una dimora in questo momento”

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.