Look da VIPPrimo PianoRoyal Gossip

Alla commemorazione del principe Filippo il ricordo passa dalla moda

Tutti i look dei partecipanti erano un diretto richiamo al duca di Edimburgo

La commemorazione del principe Filippo è stato uno degli eventi più in grande stile, rigorosamente british, dai tempi precedenti alla pandemia. Oltre 1800 invitati hanno preso parte alla cerimonia e la Famiglia Reale si è stretta al completo intorno alla regina Elisabetta.

Non sono mancate lacrime e momenti toccanti, ma alla fine la Sovrana ha voluto riunire in un unico luogo tutti coloro che hanno conosciuto il duca di Edimburgo. Esponenti delle forze armate, rappresentanti delle associazioni da lui patrocinate e, ovviamente, tutti i figli e i nipoti. Assente il principe Harry Meghan Markle, e i piccoli Sussex ovviamente, che non hanno raggiunto il Regno Unito per questioni di sicurezza.

Presente, al fianco della regina Elisabetta lungo la navata, il principe Andrea che per la prima volta è tornato in pubblico dopo la fine dello scandalo per abusi. Moltissime anche le teste coronate europee, che hanno reso la cerimonia non solo un tributo, ma anche un evento glamour.

Gli ospiti royal che hanno raggiunto la regina Elisabetta per la commemorazione di Filippo

I reali d’Europa, e non solo, si sono presentati questa mattina all’Abbazia di Westminster per omaggiare la memoria del principe Filippo. Presenti in ordine completo i sovrani del Belgio, la regina di Danimarca, la Granduchessa del Lussemburgo, il principe Alberto di Monaco e la coppia di sovrani spagnolire Felipe Letizia. Non mancavano neppure il re e la regina dei Paesi Bassi, la principessa Beatrice dei Paesi Bassi e i sovrani di Svezia. Anche il principe ereditario del Regno del Bahrain, il principe El Hassan bin Talal e la principessa Sarvath El Hassan hanno raggiunto i reali europei.

I reali di Grecia hanno accettato in gran numero l’invito della regina Elisabetta: la regina Anna Maria degli Elleni, il principe ereditario Pavlos e la principessa ereditaria Marie-Chantal di Grecia, il principe Filippo e la principessa Nina di Grecia. E, per finire, Margareta, Custode della Corona di Romania e Principe Radu di Romania e il principe ereditario Alexander e la principessa ereditaria Katherine di Serbia e Il principe Kyril di Preslav.

Il look verde per omaggiare il duca di Edimburgo

A dominare molti dei look sfoggiati dai partecipanti alla funzione è stato il colore verde bosco. Una scelta dettata dall’esigenza di richiamare il colore della livrea del principe Filippo. La principessa Anna, Camilla, la stessa regina Elisabetta e anche la regina Letizia di Spagna, infatti, lo hanno indossato.

Questa tonalità di colore, infatti, prende proprio il nome di Edinburgh Green. Per quanto riguarda gli accessori, invece, la Regina e Camilla hanno omaggiato il principe Filippo anche con la scelta delle spille e dei diamanti. La Sovrana ha scelto la sua spilla scarabeo in oro giallo, rubini e diamanti, disegnata da Andrew Grima, regalata dal marito nel 1966. Camilla ha indossato la sua spilla Rifles in riconoscimento del momento in cui suo suocero le ha ceduto il ruolo di colonnello in capo del reggimento nel 2020.

Anche membri dello staff del duca di Edimburgo indossavano cravatte a righe bianche e verdi abbinate, che lui stesso aveva progettato per loro. Parlando a Sky News, il suo ex ufficiale di protezione personale Richard Griffin ha spiegato: “Questa è una cravatta disegnata dal principe Filippo, quindi per chiunque lavorasse per la sua famiglia personalmente; questa è la cravatta che indossavano tutti“. Diverso, invece, il look sfoggiato da Kate Middleton. La moglie del principe William, infatti, ha optato per un abito midi nero a pois bianchi, completato da un cappello a tesa larga. Anche la principessa Beatrice Sophie di Wessex hanno indossato il nero per l’occasione.

LEGGI ANCHE: Il principe William inaugura il ‘Cambridge Way’ per rivoluzionare la monarchia

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.