Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Chicche di VelvetPrimo Piano

“Il Bonus da 200 euro diventa da 1000”. Cosa c’è da sapere (davvero)

Un 'aiuto' per i cittadini e imprese andate in difficoltà a causa della crisi economica

Il bonus 200 potrebbe essere modificato. Nonostante la caduta del Governo dello scorso 21 luglio, si continua a lavorare per garantire un sostegno economico per famiglie e imprese. 

Lo scorso 21 luglio gli italiani hanno assisto, a sorpresa, allo scioglimento delle Camere e al saluto di Draghi. La ‘tregua politica’ ha inesorabilmente innescato l’operazione di voto di tutti i cittadini per le prossime elezioni del 25 settembre 2022. Nonostante le numerose tappe della futura campagna elettorale, il prossimo obiettivo del Governo è quello di quintuplicare il contributo. Quest’ultimo dovrebbe servire a garantire un supporto economico per famiglie e imprese in difficoltà per la crisi economica. Mentre il prezzo dei carburanti scende, l’idea dell’esecutivo è quello di mettere in campo nuove misure che possono agevolare la vita dei cittadini. Una di queste è il bonus 200 euro che potrebbe – appunto – esser modificato.

Bonus soldi
Pixabay

Il bonus di 200 euro a 1000: i dettagli

Ancor prima che arrivasse il ‘terremoto politico’ che ha portato alle dimissioni del Presidente del Consiglio Mario Draghi, a Palazzo Chigi si pensava già da tempo ad un aumento del bonus 200 euro presentato inizialmente come un contributo una tantum. Ma, cambiare ‘misura’ potrebbe portare nelle tasche degli italiani una cifra nettamente diversa. L’idea di voler modificare il bonus da 200 euro a 1000  significherebbe aumentare gli importi della busta paga con lo scopo di aiutare in maniera diretta ed efficace gli italiani in difficoltà. Il prossimo obiettivo del Governo è quello di quintuplicare il contributo per erogarlo non una volta sola, ma in più trance.

Mario Draghi
Ansa

Da 200 quindi si dovrebbe passere a 1000 euro. Ciò giustificherebbe un contributo in più in busta paga per cinque mesi inteso come palliativo nell’attesa di una struttura previdenziale e non solo. Si attende anche un intervento economico più solido e che definisca la crescita per tutte le retribuzioni.

Bonus 1000: chi può richiederlo

Con la situazione politica ‘congelata’ che si presenta tra le mura del Parlamento, portare il bonus da 200 euro a 1000 è un’idea che il Governo vorrebbe ultimare nel breve tempo possibile. Se si dovesse arrivare all’effettivo aumento a cinque mensilità del bonus di 1000 euro, nel nuovo decreto verranno specificate le modalità d’erogazione. Come anche i percettori della misura. A beneficiare del compenso sarà la platea intera che era destinata a ricevere il bonus 200 euro, quest’ultimo attualmente erogato automaticamente a pensionati, percettori di Reddito di Cittadinanza, lavoratori dello spettacolo, lavoratori dipendenti, Dis-Coll, disoccupati agricoli e percettori di Naspi. Per chi volesse riceverlo invece, dovranno fare domanda i lavoratori autonomi con e senza partita IVA, gli stagionali, i lavoratori domestici, colf e badanti, i titolari di rapporti di collaborazioni continuativi e coordinate, i professionisti e i venditori a domicilio.

Euro bonus
Pixabay

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.

Pulsante per tornare all'inizio