Ieri e OggiPrimo Piano

Ricordate le gemelle di Shining? Ecco oggi come sono diventate

Indimenticabili nei loro vestitini azzurri, hanno contribuito a farci passare notti insonni per la paura

Shining è uno dei cult intramontabili del cinema, per diversi fattori, tra cui le misteriose figure delle gemelle Grady: ma le avete viste oggi? Le due sono salite alla ribalta grazie al loro inquietante ruolo nella pellicola del 1980 targata Stanley Kubrick: scopriamo come sono diventate ora.

Basato sull’omonimo romanzo del 1977 di Stephen KingShining è ritenuto ad oggi uno dei capolavori del genere horror. Nonostante le critiche mosse dallo stesso autore, che non è rimasto piacevolmente colpito dalla trasposizione cinematografica della sua storia, il film continua a mantenere inalterato il suo inquietante fascino. La vicenda ruota attorno alla famiglia Torrance, la quale si ritroverà a passare l’intera stagione invernale presso l’Overlook Hotel, situato in alta montagna, in totale isolamento. Jack Torrance – interpretato da Jack Nicholson – alias il capofamiglia ha difatti accettato il lavoro come guardiano della struttura per i mesi più freddi dell’anno.

Shining gemelle

Ma quel posto nasconde qualcosa di oscuro. Un qualcosa di cui il piccolo della famiglia, Danny, viene a conoscenza grazie alle sue particolari abilità extrasensoriali, riconducibili alla sua “luccicanza” (Shining, per l’appunto). Quegli stessi eventi avvenuti in passato potrebbero ripetersi nuovamente, a causa della crescente irascibilità del padre, giorno dopo giorno. Inquietante e onirico, il film è costellato dalle visioni dei protagonisti della pellicola, tra cui quelle del piccolo Danny che continua a vedere due gemelle. Le bambine, interpretate dalle sorelle Lisa e Louise Burns, sono divenute tra le figure più iconiche del cinema horror. Ma avete visto che fine hanno fatto oggi?

Shining, ecco come sono ora le inquietanti piccole gemelle

Alla sua uscita, Shining non ha ricevuto una buona accoglienza. Nell’edizione dei Razzie Awards 1981, infatti, ha ottenuto addirittura due candidature come Peggior Attrice e Peggior Regia per Stanley Kubrick. Ciononostante, ad oggi è ritenuto uno dei capolavori indiscussi del genere. La fascinazione per l’opera di Stephen King perdura anche ai giorni nostri, tant’è nel 2019 è uscito nelle sale Doctor Sleep, basato sull’omonimo libro del Maestro dell’orrore, seguito di Shining.

Shining

Eppure, in molti hanno ancora in mente l’originale del 1980 e, soprattutto, le inquietanti figure delle gemelle Grady. Protagoniste delle terrificanti visioni del piccolo Danny, sono interpretate dalle sorelle Lisa e Louise Burns, londinesi classe 1968. All’epoca delle riprese, le piccole avevano circa 10 anni. Il cult di Kubrick è stato contemporaneamente la loro fortuna ma anche la loro condanna. Come hanno affermato le dirette interessate in un’intervista concessa al Daily Mail nel 2015, entrambe avrebbero voluto proseguire gli studi di recitazione.

Sfortunatamente per loro, nessuna scuola era disposta ad accettarle, in quanto ritenute già professioniste. Shining è dunque stata la loro prima e ultima apparizione sul grande schermo e, nel corso degli anni, le due hanno cambiato completamente vita. Lisa è infatti un avvocata mentre Louise una microbiologa. Ciononostante, di rado si ritrovano a partecipare a convention sul cinema horror, per incontrare i fan che non le hanno mai dimenticate.

Shining gemelle oggi
Screenshot Youtube

Lorenzo Cosimi

  • Cinema e tv

    Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.