Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Primo PianoTV

Vite al Limite, muore dopo il programma: il racconto è drammatico

Le storie del Dottore Nowzaradan continuano ad appassionare il pubblico, curioso di scoprire il decorso dei pazienti. Purtroppo non sempre le cose finiscono bene

Vite al Limite è un programma che va in onda da oltre dieci anni, in tutto in mondo e in Italia sulla rete Real Time. Fin da subito il programma ha riscosso grande successo, questo soprattutto per il racconto schietto di vite di persone affette da gravi forme di obesità. Purtroppo non sempre vi è il lieto fine, come il caso di James King.

La troupe del reality show Vite al Limite segue i pazienti nelle varie fasi della loro terapia, cogliendo i momenti di sconforto, ma anche di gioia quando ci si avvicina al risultato sperato, sotto la severa attenzione del dottore Nowzaradan, divenuto ormai molto noto per il suo carattere schietto, ironico e deciso. Proprio grazie a questa sua personalità, i suoi pazienti riescono a vincere le paure, i timori di non farcela dinanzi allo sguardo del pubblico che rimane in trepidante attesa che i risvolti fisici e personali dei pazienti di Vite al Limite possano esser raggiunti.

Vite al limite
Google

C’è anche da dire che il pubblico continua a seguire quei pazienti che partecipano al programma di Real Time anche sui social. Quest’ultimi, infatti, decidono di condividere i vari step della guarigione sui loro profili Instagram o Facebook. Purtroppo non sempre le condizioni di salute migliorano. Un esempio è la tragica fine di James King.

Vite al Limite: la storia di King

Il caso del signor King agli occhi del dottore Nowzaradan si è dimostrato fin da subito uno dei più complessi. L’uomo ha iniziato il suo percorso che pesava 350 chili e con quella mole di grasso secondo il professionista – divenuto ancor più noto grazie al programma – non avrebbe potuto sottoporsi all’operazione di restringimento dello stomaco.

James King, Vite al Limite
Google

Secondo le indicazioni del dottore, James avrebbe dovuto non solo seguire una dieta ferrea e fare tanta attività fisica. Purtroppo James King ha sempre rifiutato qualsiasi tipo di consiglio. A detta di alcune fonti sarebbe addirittura aumentato di peso fino ad arrivare a 380 chili, un numero troppo alto per poter pensare di sopravvivere. Ed è proprio a causa di questa situazione clinica che il peggio è accaduto e, in molti, sono stati raggiunti da una notizia che mai avrebbero voluto ascoltare. James King non ce l’ha fatta. Purtroppo l’ex paziente del dottor Nowzaraden è morto per complicazioni causate – appunto – dal suo stato di obesità. L’annuncio della sua scomparsa è stata data dall’emittente statunitense TLC avvenuta a Saint Thomas Midtown, Nashville, riportata da altrettanti canali social. Non sono stati pochi tra i telespettatori del programma ad aver commentato la tragica notizia.

James, Vite al Limite
Google

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.

Pulsante per tornare all'inizio