Cose da Vip

Al Bano, annunciate le date del docu-film “Mia madre”

Lo scorso anno nel corso della presentazione dei palinsesti televisivi per Mediaset era stato presentato anche un docu-film sulla vita di Al Bano dal titolo Madre mia. Finalmente sono state svelate le date di messa in onda del documentario sulla vita del cantante di Cellino San Marco…

“Vorrei fare un reality a casa mia – ha dichiarato qualche tempo fa Al Bano attraverso un’intervista al settimanale Oggi in merito al docu-film sulla sua vita dal titolo Madre mia – Mi piacerebbe molto, perché si potrebbe vedere soprattutto quanto lavoro, quanto impegno c’è dietro la mia musica, il mio vino, il mio olio, la famiglia. Lo farei eccome. Lo scriva: apro la casa alle telecamere, ma per un mese, di più non riesco. Materiale ce n’è. Sarebbe un’esperienza pazzesca”. Finalmente sono state svelate le date di messa in onda sul piccolo schermo.

Il documentario è atteso per domenica 10 e 17 giugno, sviluppato con la consulenza artistica dello stesso cantante di Cellino San Marco. Il programma è stato invece realizzato con la collaborazione di Emiliano Ereddia e Marzia Rurali sotto testata Videonews e con la conduzione del giornalista Luigi Galluzzo. “C’era una volta, tanti anni fa… Sono gli anni della Seconda Guerra Mondiale: la quotidianità di Cellino San Marco e della famiglia Carrisi si intreccia con quella dell’Italia tutta. Ma ad Albano la vita di campagna, nella provincia del Sud Italia, sta stretta. Quel ragazzo, infatti, diventerà Al Bano e per realizzare il suo sogno non esiterà a lasciare nido e paesello per trasferirsi nella Milano degli Anni Cinquanta”, questa la sinossi.

Le riprese si sono svolte a Cellino San Marco e con il contributo degli amici di sempre, da Mara Venier a Lino Banfi, da Rita Dalla Chiesa a Barbara d’Urso. Carrisi è così legato alla madre  tanto che qualche tempo fa è tornato in libreria con Madre Mia. L’origine del mio mondo, un ritratto affettuoso, limpido e originale di sua madre Jolanda, scritto con Roberto Allegri per Baldini&Castoldi – La nave di Teseo.

Photo Credits Facebook

Samantha Suriani

Toglietemi tutto, ma non la musica, il buon cibo…e la tinta rossa. Potrei diventare pericolosa.