Velvet Amarcord

Anna Munafò e la sua storia con Tomaso Trussardi: “Mi sono sentita usata…”

Anna Munafò, ex tronista di Uomini e Donne, ha ritrovato finalmente il sorriso. Dopo il mancato matrimonio con il suo ex fidanzato, la Miss è inaspettatamente convolata a nozze con il suo nuovo compagno Beppe Saporita, un uomo lontano dal mondo dello spettacolo. Un evento di cui non aveva parlato e che ha lasciato senza parole i suoi fan. A comunicare la notizia è stata proprio lei attraverso un post pubblicato sul suo profilo Instagram. Oggi la vediamo sorridente e felice, ma sapete che ha vissuto un periodo particolarmente delicato a causa della storia d’amore con Tomaso Trussardi?

La relazione con Tomaso Trussardi 

L’aitante manager, dopo un serratissimo corteggiamento è riuscito a conquistare il suo cuore, ma la loro felicità non ha avuto lunga vita. Infatti, secondo quanto dichiarato dalla diretta interessata in una lettera aperta scritta dopo molti anni dall’addio e pubblicata sul settimanale DiPiù, Tomaso, dopo più di un anno di relazione, avrebbe fatto un clamoroso passo indietro nei suoi confronti.

Anna Munafò lasciata senza spiegazioni

L’imprenditore ha deciso di interrompere improvvisamente il legame senza dare alcuna spiegazione: “Tutto ebbe inizio nel 2005, quando partecipai a Miss italia. Arrivai seconda e conquistai la fascia di Miss Miluna. Pochi giorni dopo, la società che tutt’ora organizza il concorso ricevette una chiamata, all’altro capo del filo c’eri tu. Dicevi di volermi tra le modelle della tua casa di moda. Ci incontrammo a Milano, poco dopo mi chiamasti, e io, nel vedere quel numero pensai subito di avercela fatta. Mi confessasti che il colloquio era stato tutto una messinscena, che avevi organizzato quell’appuntamento perché volevi conoscermi, per avere il mio numero di telefono. Mi si gelò il sangue, non mi era mai capitata una cosa del genere. Mi sentii usata, calpestata. Mi arrabbiai moltissimo, soprattutto con me stessa e con la mia inesperienza. Hai mai pensato a come mi sono sentita? Fatti raccontare da Michelle come sono, come stanno, come vivono le donne che anche per cose di questo genere si rivolgono alla sua associazione. Tu continuasti a corteggiarmi, a mandarmi sms, fiori e regali. Nessuno era mai stato così generoso con me. Malgrado la rabbia, fui lusingata dal tuo corteggiamento così insistente. In diretta allo Zecchino d’Oro di Bologna all’improvviso arrivasti in studio. Durante la diretta della trasmissione, con Pippo Baudo ospite al centro dello studio, ti presentasti con un mazzo di fiori in pugno. Poi rimanesti con me per altri due giorni. Pensando a quel tuo gesto, riuscii a dimenticare il modo in cui mi avevi agganciato. Continuammo a vederci anche nel 2006, a Milano mi presentasti le tue sorelle”.