Cose da VipPrimo Piano

L’ultimo addio a Raffaella Carrà: Sergio Japino ha portato l’urna da Padre Pio

Per volere della stessa 'Signora della televisione' le ceneri sono state portate a San Giovanni Rotondo

Prima dell’arrivo definitivo sul Monte Argentario, in provincia di Grosseto, dove le sue ceneri riposeranno per sempre, Raffaella Carrà aveva predisposto un’ultima tappa. La Signora della televisione, che ci ha tragicamente lasciati lo scorso 5 luglio, tra lo stupore e la disperazione di generazioni di appassionati, ha voluto fare un ultima tappa da San Pio. L’urna, condotta da Sergio Japino presso San Giovanni Rotondo, è arrivata nella giornata di ieri sabato 4 settembre. Il compagno storico l’ha trasportata, durante una processione, presso Santa Maria delle Grazie. Si tratta della chiesa in cui padre Pio, dal 1959 fino al 22 settembre 1968 – giorno prima della sua morte – ha celebrato l’eucarestia.

Raffaella Carrà, il ricordo di Enrico Beruschi: “Voleva tornare qui come presenza di cuore

In occasione del suo arrivo presso la località designata, l’interprete comico Enrico Beruschi ha voluto essere presente per ricordare la collega. L’attore ha raccontato che Raffaella Carrà tenesse molto a quest’ultima tappa, spiegando: “Voleva tornare qui, non come presenza vera in carne e ossa, ma come presenza di cuore.” In attesa di partecipare al corteo che, di lì ha poco ha avuto luogo, Beruschi ha svelato un ricordo riguardante la Signora della televisione, confessando, come riporta l’ANSA: “L’unica volta che ci siamo allegramente parlati è stato qui a San Giovanni Rotondo per l’inaugurazione di Teleradio Padre Pio. Era un incontro tra due vecchi amici che però non si erano mai incontrati prima e che si ammiravano da lontano. Per la prima volta ci siamo trovati a condividere lo stesso palcoscenico e le stesse telecamere.”

L’interprete si è poi lasciato andare a una confidenza, raccontando un curioso retroscena, che ha avuto luogo quella stessa giornata: “Il lato divertente di quella giornata è stato quando ho sgridato i fraticelli che si dimenavano come anguille ballando sulle note delle canzoni di Raffaella, mi sono assunto la responsabilità di rimproverarli.” A testimonianza del fatto – come se ce ne fosse bisogno – che la musica della Raffa nazionale è e sarà per sempre universale. Proprio in ricordo di quella giornata e dell’inaugurazione dell’emittente, il corteo che si è tenuto per condurre l’urna presso Santa Maria delle Grazie è passato dinanzi alla sede di Teleradio Padre Pio.

L’ultimo tributo: addio per sempre

San Giovanni Rotondo è stata testimone dell’ultimo, grande saluto per l’icona dallo storico caschetto platinato. Proprio poche ore fa, infatti, le ceneri hanno fatto tappa presso chiesa di San Pio da Pietrelcina, in occasione della messa delle ore 11:30. Dopo il breve giro l’urna faranno ritorno a Santa Maria delle Grazie. In seguito, nella serata odierna, giungeranno alle ore 19:00 presso l’auditorium Maria Pyle per l’evento tributo Concerto per pianoforte e tromba, tributo a Raffaella Carrà. A partire da domani mattina, l’urna farà la sua partenza definitiva per il Monte Argentario, ultima tappa del suo funerale terreno e dove le sue ceneri riposeranno per sempre.

LEGGI ANCHE: La storia d’amore di Lady Diana con Dodi Fayed? “Simulata! La coppia ha dormito in camere da letto separate”

Lorenzo Cosimi

  • Cinema e tv

    Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.