Cose da VipHollywoodPrimo Piano

Luke Perry: il ricordo indimenticabile dell’idolo di un’intera generazione

Oggi sarebbe stato il suo compleanno. Noi di VelvetMAG ripercorriamo per voi la storia del "bello e ribelle" Dylan McKay di Beverly Hills 90210

Proprio quando la Fox aveva annunciato il reboot di Beverly Hills 90210, il 4 marzo del 2019 arrivò la notizia che sconvolse tutti i fan della serie culto degli Anni ’90: la morte di Luke Perry. In una camera d’ospedale, stroncato da un ictus, il bello e dannato Dylan McKay girava l’ultimo ‘ciack della sua vita’ a soli 52 anni; lui che nella sua rivalità con Brandon e nella sua tormentata vita amorosa vissuta divisa tra Kelly e Brenda, aveva fatto sognare le teenager (e non solo) per un intero decennio.

Luke Perry, nato l’11 ottobre 1966 a Mansfield negli Usa, aveva il fascino del ‘bello e dannato‘ con l’aria da macho, ma lo sguardo da buono; attore carismatico che Leonardo Di Caprio, con il quale aveva recitato in quella che fu l’ultima interpretazione di Perry in C’era una volta… a Hollywood di Quentin Tarantino, definì “il ragazzo più cool del mondo“. La sua carriera si è caratterizzata per diversi successi, ma fu con Beverly Hills 90210 che Luke alias Dylan (o viceversa) conquistò un’intera generazione.

Luke Perry l’idolo di un’intera generazione

Il ruolo di Dylan McKay fu il primo grande traguardo per Perry, parte che lo consacrò come l’idolo delle ragazzine dell’epoca; presente in tutte le stagioni dal 1990 al 1995 e poi dal 1998 al 2000, si racconta che, appena solcata la soglia del successo, in un centro commerciale della Florida si presentò per una sessione di autografi e trovò ad attenderlo una folla di 10mila adolescenti; troppa pressione per l’appena ventenne Luke Perry, che decise allora di andare via causando una vera ‘rivolta popolare’. Un atteggiamento irriverente, forse, ma che i fan gli perdonarono ben presto, giustificato dalla sua giovane età.

Una delusione arrivò per gli appassionati di Beverly Hills quando nel 1995, Dylan abbandonò la serie; Perry aveva, infatti, deciso di dedicarsi al cinema. Fu in quegli anni che apparse in Vacanze di Natale ’95 di Neri Parenti nel ruolo di se stesso e poi in Crocevia per l’Inferno; in quegli anni arrivò anche una piccola parte ne Il Quinto Elemento di Luc Besson. Ma nel 1998 la decisione di ritornare alle serie, ancora nei panni di Dylan McKay, per la gioia di tutte le fan, e nel ruolo di Fred Andrews, padre del protagonista Archie, in Riverdale.

Beverly Hills 90210 Luke Perry

Addio Luke, addio Dylan, addio Fred

Il 17 maggio del 2000 andò in onda l’ultima puntata di Beverly Hills 90210, allora molti speravano che i due ragazzi ribelli del West Beverly High (Dylan e Brenda) coronassero il sogno d’amore; ma questo happy ending non arrivò mai. Così, come quasi a lasciare un velo di nostalgico mistero, Luke Perry ha lasciato che il sogno di tante ragazzine degli anni ’90 rimanesse sospeso per sempre; relegandolo in quell’angolo di malinconia che ha attraversato molte di noi (ultra)trentenni di oggi. Luke Perry ci ha lasciati così, con il fiato corto e le lacrime sospese; infatti, quando il 4 marzo del 2019 la notizia della scomparsa si è diffusa, le pagine dei social si sono riempite di immagini dell’attore; come a voler immortalare per sempre il ricordo di un idolo.

Proprio dopo qualche giorno la figlia Sophie ha pubblicato una foto insieme al padre ringraziando chi le era stato vicino; “Nessuno ti insegna a gestire momenti del genere, specialmente quando tutto ciò accade di fronte a un pubblico. Sappiate semplicemente che vi sono grata“, scrisse la ragazza. E altrettanto commovente è il tributo  della serie Rivelade; lì, il messaggio di commiato per la morte di Fred Andrews, si sovrappone infatti, a quello per Luke. “Era il più grande uomo che abbia mai conosciuto. Mi fa male che non ho avuto il modo di dirgli addio, che non potrò mai più vederlo o parlargli. Ma il suo spirito e la sua memoria vivono in questa città e in tutti quelli che ha incontrato”. Un saluto commosso all’eredità di Luke Perry nella televisione, dove la sua essenza rimarrà indelebile, come lo sono Fred Andrews o Dylan McKay.

LEGGI ANCHE: Buon compleanno Manila Nazzaro: dalla vittoria a “Miss Italia” alla casa del “Grande Fratello Vip”

 

Francesca Perrone

  • Cultura, Ambiente & Pets

    Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
    Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.