Anticipazioni TVPrimo PianoTV

“Blanca”, in arrivo su Rai1 la prima serie girata in olofonia: ecco di cosa si tratta

La serie, già unica nel suo genere, vedrà come protagonisti Maria Chiara Giannetta e Giuseppe Zeno

Dopo la recente parentesi Mediaset rappresentata da Luce dei tuoi occhi e Storia di una famiglia perbene – quest’ultima in procinto di debuttare con l’ultima puntata – Giuseppe Zeno torna su Rai1. L’interprete sarà infatti coprotagonista al fianco di Maria Chiara Giannetta in Blanca. Previsto in arrivo sulla rete ammiraglia, lo show debutterà il 22 novembre in prima serata. E, nonostante non sia ancora andato in onda, vanta già un primato lusinghiero: si tratta della prima serie girata in tecnica olofonica. Ecco in cosa consiste.

Blanca, la serie innovativa pronta a debuttare su Rai1: trama e cast

Ispirata al romanzo di Patrizia Rinaldi, la serie si basa sulle vicende Blanca Ferrando (Maria Chiara Giannetta). Dopo l’omicidio della sorella maggiore, la protagonista decide di entrare in Polizia, divenendo consulente del commissariato di Genova. Ma Blanca presenta una caratteristica peculiare: la detective ha difatti perso la vista all’età di 12 anni, per via di un incendio. L’unico modo attraverso cui potrà risolvere le indagini sarà dunque mediante il suo udito. Come ha spiegato Luca Bernabei, l’ad della Lux Vide – casa di produzione della serie – in un’intervista rilasciata a RTL 102.5: “È una detective profiler cieca, ovvero una persona che tramite le cuffie ascolta le intercettazioni, ascolta le frasi, le parole e riesce a carpire se menti o se dici la verità. Dai rumori riesce a capire dov’è il luogo delle intercettazioni.

È dunque chiaro che il suono in Blanca sia fondamentale. Anzi, proprio nella tecnica di registrazione del suono risiede la grande innovatività che rende lo show, a breve su Rai1, già unico. A spiegare l’inedito cambiamento è ancora una volta Bernabei, che ha proseguito nel corso del suo intervento aggiungendo: “Per i non vedenti è molto importante il suono, perché con esso loro prendono le misure dei luoghi in cui sono. […] Noi abbiamo raccontato un suono a 360 gradi: un suono che va sopra, al di sotto e di lato. Questa si chiama olofonia, inventata da noi italiani: la sua bellezza è che ti da un senso di realtà.” – chiosando infine – “Per la prima volta nella storia della televisione di tutto il mondo, se si guarda la serie tv con le cuffie, ma anche con il 5.1 si ha già la percezione di ciò che avviene nella testa della persone non vedenti.

Blanca riesce dunque ad abbattere un’incredibile barriera, fornendo già solo per la sua stessa natura una grande dose di apertura e inclusione. La serie, inoltre, per la collaborazione delle musiche si avvale di una personalità del calibro di Andrea Bocelli, che ha contribuito ad abbattere un cliché. L’artista, stando a quanto raccontato da Bernabei, avrebbe difatti affermato: “Tutti pensano che vedo nero. Noi vediamo i colori.” E il colore, così come la musica e il suono saranno i motivi ricorrenti dell’intera serie. A partire proprio dalla protagonista, allegra, sensibile e combattiva: un mix colorato, pronto ad intrattenere gli spettatori a partire da lunedì 22 novembre.

Lorenzo Cosimi

  • Cinema e tv

    Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.