Chicche di VelvetPrimo PianoVita da VIP

Eurovision 2022, l’Ucraina batte “Brividi”: è lei la favorita dei bookmakers

Nelle ultime ore, il brano presentato dall'Ucraina è in testa tra i probabili vincitori del celebre contest musicale

Fino ad alcune ore fa l’Eurovision Song Contest 2022 aveva già il suo probabile vincitore: Brividi di Mahmood e Blanco. Ora, la classifica dei bookmakers ha cambiato responso, posizionando l’Ucraina al primo posto con i Kalush Orchestra e la loro Stefania

Sin dalla vittoria al 72esimo Festival di Sanremo, era chiaro che Mahmood Blanco si sarebbero imposti all’attenzione pubblica. La loro Brividi, con oltre 200mila copie è stata già certificata doppio disco di platino a meno di un mese dal trionfo presso la più nota kermesse musicale italiana. Al contempo, anche i bookmakers li avevano già dati come vincitori all’Eurovision Song Contest 2022, con il 19% sulla classifica stilata dai siti di scommesse online. Questo, tuttavia, fino a 48 ore fa. Adesso, infatti, con una percentuale del 27% si trovano in testa i Kalush Orchestra, rappresentati dell’Ucraina.

L’Eurovision 2022 è dell’Ucraina, parola dei bookmakers

Subito dopo la vittoria al Festival di Sanremo 2022, Mahmood e Blanco erano stati designati come vincitori all’Eurovision Song Contest 2022, grazie alla loro Brividi. Il contest musicale mai come in questa edizione ha suscitato grande curiosità da parte del pubblico. Dall’esclusione della Russia, per via delle drammatiche vicende ormai note a tutti, fino alla discussa partecipazione di Achille Lauro per San Marino, si appresta a diventare infatti un evento memorabile. Lo show, che si terrà a Torino, vedrà al timone inoltre Laura Pausini, Mika e Alessandro Cattelan e potrebbe veder premiata l’Ucraina.

Mika, Laura Pausini e Alessandro Cattelan
Screenschot da RaiPlay

In effetti, nonostante i bookmakers dessero come favoriti Mahmood e Blanco fino a 48 ore fa, una vittoria consecutiva per l’Italia sembrava alquanto improbabile. E, visti anche i recenti sviluppi che hanno scosso l’opinione pubblica, l’Ucraina ha guadagnato sempre più terreno. Il Paese occupa ad ora il primo posto tra i probabili vincitori dell’Eurovision 2022. Dal canto loro, i Kalush Orchestra si sono mobilitati, prendendo inoltre attivamente parte al conflitto. Come riporta il sito Eurofestival News: “Poche ore fa, tramite le storie del profilo Instagram dei Kalush, sono stati postati due brevi video che riflettono tutta la drammaticità del momento. Si vedono tre mebri del gruppo pronti per andare al fronte di guerra e combattere per la propria patria, letteralmente a rischio tra la vita e la morte in ogni momento, in queste ore terribili.

Mahmood e Blanco sul palco di Sanremo 2022
Screenshot Twitter

La top10 provvisoria

In base ai dati raccolti, dunque, ecco la top10: al primo posto Kalush Orchestra per l’Ucraina, con Stefania (27%); al secondo posto Mahmood e Blanco con Brividi per l’Italia (18%); al terzo posto la Svezia (6%); al quarto posto Amanda Tenfjord per la Grecia(4%); al quinto posto Krystian Ochman con River per la Polonia (4%); al sesto posto la Svizzera (4%); al settimo posto i Subwoolfer con Give That Wolf a Banana per la Norvegia (3%); all’ottavo posto Sheldon Riley con Not the Shame per l’Australia (3%); al nono posto Jérémie Makiese per il Belgio (3%); al decimo Chanel con SloMo per la Spagna (2%).

LEGGI ANCHE: Anastasiia Lenna, dalla fascia di Miss Ucraina alla guerra: “Gli invasori moriranno”

 

Lorenzo Cosimi

  • Cinema e tv

    Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.