HollywoodPrimo PianoSpettacolo

Doctor Strange nel Multiverso della Follia: abbiamo visto per voi il film di Sam Raimi

Nelle sale da oggi, 4 maggio, l’ultimo film dell’universo MCU con protagonisti Benedict Cumberbatch ed Elizabeth Olsen

Doctor Strange nel Multiverso della Follia è l’ultimo film della Marvel Cinematic Universe che si colloca nella Fase 4. Secondo la protagonista Elizabeth Olsen, andrebbe considerato come un proseguimento di WandaVision, la serie tv Disney+ mandata in onda lo scorso gennaio. Nella serie, Wanda Maximoff con i suoi poteri crea una realtà fittizia dove Visione è ancora in vita e la coppia ha anche due figli, anche loro supereroi.

Di Doctor Strange nel Multiverso della Follia si sono dette molte cose: fin dai primissimi trailer siamo venuti a conoscenza della presenza di “nuovi” personaggi. Tra questi il più citato è quello del Professor X degli X-Men, interpretato da Patrick Stewart, che appare per pochissimi secondi anche nel trailer di cui sentiamo la voce.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia

Da oggi, 4 maggio, nelle sale cinematografiche Doctor Strange nel Multiverso della Follia apre le porte ai vari mondi. Siamo nel multiverso, e come annunciato nella serie tv Loki – sempre su Disney+ – e successivamente in Spiderman: No Way Home. Quando abbiamo visto apparire i personaggi di Tobey Maguire – il primo Spider-man della trilogia di Sam Raimi – e poi Andrew Garfield – il protagonista di The Amazing Spiderman. Le conseguenze delle scelte di Strange in quel film si riverseranno in questa nuova pellicola. E sono magistralmente messe in scena dalla regia di Sam Raimi. Il regista della prima trilogia di Spider-man imprime sulla pellicola la sua firma: tutto in Doctor Strange nel Multiverso della Follia porta il suo indistinguibile segno registico.

Se non siete ancora andati in sala a vedere il film non continuate la lettura poiché potresti imbattervi in spoiler

Doctor Strange nel Multiverso della Follia

Doctor Strange nel Multiverso della Follia: i primi commenti spoiler del film

In Doctor Strange nel Multiverso della Follia troviamo il dottor Stephen in solitudine, per nulla felice, mentre si reca al matrimonio della sua ex fidanzata Christine Palmer (interpretata da Rachel McAdams). Dopo il matrimonio però succede qualcosa che sconvolge l’equilibrio iniziale del film: appare un mostro nelle strade di New York interessato principalmente a rapire America Chavez – il nuovo personaggio interpretato da Xochitl Gomez che fa il debutto nel MCU. America ha la capacità di viaggiare attraverso i multiversi, anche se non sa come controllare tale potere.

In seguito, scopriremo che fa tutto parte del piano di Wanda Maximoff – il villain del film – poiché la strega è interessata ai poteri di America: vuole averli per cambiare realtà e passare in un nuovo mondo dove poter vivere con i suoi figli. Strange e America esploreranno il multiverso per trovare un modo per fermare Scarlett Witch e impedirle di causare il caos nel nei vari mondi.

Il film abbraccia efficacemente le radici horror (con degli jump scares che troviamo anche in questo film) di Raimi permettendo al regista di realizzare la cosa più vicina a un film horror che il MCU abbia avuto. Doctor Strange è sorprendentemente oscuro e violento, un personaggio diverso rispetto a quelli della prima trilogia di Spider-Man, ma più in linea con altri suoi film come La casa: il protagonista del film è Bruce CampbelI l’uomo imprigionato dall’incantesimo di Strange durante il film e che ritorna nel secondo post credit.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia

Chi sono gli Illuminati?

Un ulteriore chiarimento va fatto riguardo la scena degli Illuminati. Nei fumetti gli Illuminati rappresentano un gruppo di supereroi che mantengono la pace. Nell’universo dove sono arrivati America e Strange il gruppo degli Illuminati è composto dal Professor X (interpretato da Patrick Stewart, confermando quindi la sua presenza nel film), Captain Marvel (interpretata da Lashana Lynch, già vista nell’omonimo film nel ruolo di Marie Rambeau), Captain Carter (interpretata da Hayley Atwell, ruolo già presente nella serie animata What If…?), Mr. Fantastic (interpretato da John Krasinski), Karl Mordo (interpretato da Chiwetel Ejiofor, già apparso nel primo film di Doctor Strange) e Black Bolt (interpretato da Anson Mount, della serie Inhumans)

Dopo oltre due ore – forse un po’ troppe per come è stata sviluppata la trama del film – arriviamo al sacrificio finale. Lo scontro – mentale – tra il Professor X e Scarlett Witch ci fornisce una ulteriore consapevolezza: Wanda è imprigionata nella sua mente, tra i cumuli delle macerie di Sokovia. Il sacrificio di Wanda – che all’apparenza pare essere morta – salva Strange e America che ritorneranno nei rispettivi mondi.

Doctor Strange nel Multiverso della Follia: le scene post credit

Nel primo post credit appare per la prima volta il personaggio di Clea, interpretata da Charlize Theron. Clea nei fumetti è una discepola e futura moglie di Strange. Anche se per adesso non si conoscono ulteriori dettagli sul suo personaggio possiamo immaginare che ricomparirà in altri film.

Il secondo post credit, invece, come già accennato compare il personaggio di Bruce Campbell che liberato dall’incantesimo di Doctor Strange esclama: “È finito!” per ricordare allo spettatore che può alzarsi e non ci saranno ulteriori post credit.

Il mondo MCU continua, infatti, il prossimo 6 luglio ritornerà al cinema con Thor: Love & Thunder!

Lidia Maltese

  • Cinema e tv La Capitale è, ormai, la sua casa. Si è laureata all'Università La Sapienza in Comunicazione, Tecnologie e Culture digitali e sempre a Roma frequenta la magistrale in Media, Comunicazione digitale e Giornalismo. Scrive di cinema e di serie tv dal 2016: i suoi film preferiti sono Colazione da Tiffany e qualsiasi cosa riguardi il mondo MCU. La sua serie preferita? Una per ogni fase della vita, da Glee a Better Call Saul. Si dedica sia su VelvetMAG che su VelvetGossip a tutti gli aspetti della Settima Arte e della serialità televisiva, sia nostrani che internazionali.
  • Segui Lidia su Instagram
  • Segui Lidia su Facebook