Jannah Theme License is not validated, Go to the theme options page to validate the license, You need a single license for each domain name.
Royal Gossip

E se il principe Andrea fosse in Scozia per sfuggire alla legge inglese?

Per gli esperti la permanenza del duca di York a Balmoral sarebbe strategica

Appare sempre più evidente come dietro l’apparente tranquillità del principe Andrea rispetto al caso Epstein ci sia, in realtà, una preoccupazione non indifferente. Il terzogenito della regina Elisabetta, infatti, starebbe ricorrendo a tutti gli escamotage possibili per evitare il regolare percorso della legge. E la sua permanenza in Scozia, a Balmoral dalla Sovrana, sarebbe l’ennesimo trucchetto per non affrontare il processo.

Il principe Andrea è dalla regina Elisabetta per evitare il processo?

L’Alta Corte di Londra ha stabilito che è possibile notificare i documenti al principe Andrea anche per conto di avvocati americani dopo che tutti i precedenti tentativi sono andati a vuoto. La mancata consegna dei documenti, inoltre, ha causato il rimando dell’udienza per le accuse di abusi sessuali. Ma il duca di York è ancora nascosto nella tenuta della regina Elisabetta a Balmoral e questo potrebbe rimandare ancora di molto il regolare procedere della giustizia. Secondo la legge, infatti, la corte inglese non ha giurisdizione nei territori a nord del confine.

Quale potrebbe essere la prossima mossa del duca di York

Gli esperti sono convinti che il principe Andrea potrebbe cambiare il suo indirizzo di casa trasferendosi legalmente a Balmoral per stare rimanere fuori dalla portata degli avvocati. La corte inglese, infatti, sarebbe costretta a contattare la Court of Session di Edimburgo per notificare i documenti. Una fonte ha detto: “Andrea e il suo team legale sapranno che la Scozia sarebbe stata fuori portata“. Secondo la legge del Regno Unito e degli Stati Uniti, i documenti potrebbero essere considerati notificati solamente se consegnati alla sua casa della Royal Lodge a Windsor. Se il terzogenito della Sovrana continuasse a rimanere in Scozia, dunque, costringerebbe la burocrazia ad allungare i tempi, scampando ancora per un po’ il processo.

LEGGI ANCHE: Meghan Markle e i festeggiamenti per i 37 anni del principe Harry con l’aiuto di Archie

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.