Detto da loroPrimo Piano

Nella finale del Festival di Sanremo Sabrina Ferilli arriva al cuore delle persone con la sua semplicità e leggerezza

La quinta co-conduttrice del Festival conquista il palco dell'Ariston con la simpatia che la contraddistingue

Nell’attesissima finale del Festival di Sanremo, i 25 Big sono tornati sul palco portando ancora una volta i brani in gara e questa volta sarà determinante solo pubblico da casa. Ad affiancare Amadeus nella conduzione del programma Sabrina Ferilli quinta e ultima co-conduttrice e uno dei volti più amati della tv e cinema italiano. Ha fatto il suo ingresso sul palco dell’Ariston sfoggiando fin da subito la sua simpatia contagiosa, più che solo un bellissimo abito. Amadeus la presenta dicendo: “ci sono presenze che quando appaiono se ne accorgono tutti perché brillano, lei è una di queste, lei è la luce”. A questo punto la showgirl replica con una delle sue classiche battute, divertendo la platea dei presenti e citando anche il Presidente Mattarella: “Ma come fai ancora a stare in vita? Dove ce l’ha il pile? Ce l’avrai da qualche parte. Stai attento perché se non decidono chi mettere al tuo posto il prossimo anno, ti richiedono di starci e te ne toccano altri sette, sai come funzionano le cose in Italia”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sanremo Rai (@sanremorai)

Il non-monologo di Sabrina Ferilli nella quinta puntata del Festival di Sanremo

Sabrina Ferilli a differenza delle precedenti co-conduttrici non porta un monologo tradizionale su un tema preciso. Afferma, infatti, che, di problematiche importanti, soprattutto in questo periodo ce ne sono tante e sarebbe difficile scegliere un solo argomento di cui parlare. Dice: “So’ due anni che famo monologhi dentro casa chiusi, coi lockdown e io arrivo e faccio un monologo. Ci ho pensato tanto a cosa dire, a quale grande tema scomodare, di quale tragedia dell’umanità parlarvi, ma non ne ho trovato uno giusto. Oppure so’ già stati fatti tutti in passato”. Sabrina Ferilli continua dicendo: “perché devo cercà un senso alla mia presenza oltre quello che sono, che faccio e che mi ha portata fin qui? La mia storia, le mie scelte, i miei affetti, la mia professione, la tenacia con cui mi sono presa quello che mi dovevo prendere sono le cose migliori. Che mi possono accompagnare su questo palco e credo che sono le cose più belle che possano accompagnare ogni donna, ovunque, la nostra storia”.

Amadeus commenta il suo discorso con grande ammirazione e esclamando: “una grande donna!“. Cita poi Calvino per spiegare il suo scopo e dice: “in tempi così pesanti bisogna saper planare sulle cose con un cuore senza macigno. La leggerezza non è superficialità“. La Ferilli ha portato al Festival di Sanremo la sua leggerezza, ma nonostante ciò le sue parole sono riuscite a colpire per la grande profondità del messaggio che ha voluto mandare.

LEGGI ANCHE: Look della quarta serata del Festival di Sanremo 2022: le pagelle di Velvet

Arianna Varvesi

Tv e Cronaca rosa

Romana, studentessa di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi Roma Tre. Appassionata di psicologia criminale per cui ha seguito diversi seminari dedicati alle tecniche di riconoscimento della menzogna. Ha approfondito le tematiche del diritto internazionale tanto da prendere parte ad una simulazione ONU organizzata secondo il Model United Nation.
Si occupa di serie tv sul blog di VelvetMAG dedicato ai VIP www.velvetgossip.it. In particolare reality e talent show senza distogliere lo sguardo dalla cronaca rosa.