Primo PianoRoyal Gossip

Netflix rinuncia alla serie animata di Meghan Markle: pronta a rivolgersi a Apple e Amazon

La duchessa di Sussex non si ferma e tra i possibili candidati anche la Disney, con cui ha già collaborato in passato

Meghan Markle è determinata a rendere pubblico il cartone animato da lei creato. Per questo motivo, dunque, starebbe cercando di trovare una nuova rete per trasmettere Pearl, la serie animata che Netflix ha eliminato dalla propria programmazione.

Dopo aver annunciato circa un anno fa l’uscita del serie, il colosso dello streaming lo ha eliminato. Pearl, però, non è stato l’unico programma a risentire dei tagli dell’emittente. Anche altre trasmissioni hanno subito lo stesso destino.

Meghan Markle YouTube

Ma Meghan Markle, come riportano alcuni tabloid, non ha alcuna intenzione di arrendersi. Alcune fonti di Los Angeles affermano che la duchessa di Sussex e il suo team di Archewell non vedono l’azione di Netflix come la fine della loro avventura.

Meghan Markle determinata a pubblicare Pearl

In compagnia del produttore esecutivo David Furnish “sta rivedendo il progetto per vedere dove altro potrebbe trovare una casa“. Stando alle notizie, infatti, Meghan Markle sta contattando altre piattaforme di streaming per permettere alla sua serie animata di vedere la luce.

Principe Harry Meghan Markle Sussex

Come riportano alcuni tabloid, infatti, tra i possibili candidati spiccano importanti reti TV e streamer tra cui Apple e Amazon. Il contratto del duca e della duchessa di Sussex con Netflix consente alla coppia di vendere altrove i prodotti rifiutati dall’azienda. Non ci sarebbe, dunque, nessuna clausola contrattuale che vieterebbe alla Markle di presentare il suo progetto altrove.

Meghan Markle

A tale proposito il The Sun ha riportato le parole di una fonte vicina alla coppia, che ha rivelato che i due sono intenzionati a vedere il loro prodotto sul piccolo schermo. L’insider, infatti, ha dichiarato: Meghan e Harry non rinunceranno a portare Pearl sullo schermo. Sono determinati a non lasciare che tutto il lavoro e gli sforzi creativi messi nell’idea semplicemente svaniscano. Netflix ha un accordo standard con loro, tipico di Hollywood, che consente loro di presentare progetti da loro rifiutati ad altri punti vendita. Questa è una pratica comune nei circoli televisivi di Hollywood“.

Non ci sarebbe, dunque, nessun vincolo di esclusività ed è altamente probabile che i Sussex rivolgano le attenzioni altrove. D’altronde aziende come la “Apple e Harry hanno già legami“. In passato, infatti, il principe Harry è apparso in una serie sulla salute mentale promossa dallo streamer. Anche la Disney ha una rapporto lavorativo con la Markle. L’ex attrice, infatti, in passato ha doppiato un documentario sulla fauna selvatica progettato dall’azienda. Anche il produttore esecutivo, David Furnish, ha contatti con molti studi cinematografici e reti televisive.

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.