Primo PianoSpettacoloVelvet Amarcord

Franco Gatti età, cause morte, Ricchi e Poveri, moglie, figlio morto: addio al cantante

Si è spento a Genova all'età di 80 anni il popolare "baffo", dopo aver essersi allontanato dal celebre gruppo

Il mondo della musica italiana perde una delle sue voci più note: è morto all’età di 80 anni Franco Gatti, storico membro dei Ricchi e Poveri. Il cantante aveva lasciato il gruppo proprio quest’anno, dopo la storica reunion del 2020: ecco cosa è accaduto.

Franco Gatti è morto a Genova all’età di 80 anni. Ad annunciarne la scomparsa sono stati gli altri membri dei Ricchi e Poveri, insieme alla famiglia del noto artista, in un comunicato diffuso dall’agenzia ANSA.È andato via un pezzo della nostra vita. Ciao Franco“, hanno dichiarato i diretti interessati. Storico componente del noto gruppo musicale, ha contribuito a scrivere la storia della musica leggera italiana. Insieme ad Angelo Sotgiu, Angela Brambati e Marina Occhiena ha conquistato generazioni di appassionati, grazie alle intramontabili hit senza tempo.

Franco Gatti
ANSA

Addio a Franco Gatti, storico membro dei Ricchi e Poveri: carriera e vita privata del noto artista

Nato a Genova il 4 ottobre 1942, Franco Gatti è stato uno dei musicisti più noti del panorama musicale italiano. A partire dal 1967, insieme agli artisti sopracitati, ha fondato il celeberrimo quartetto dei Ricchi e Poveri. Ad oggi è annoverato come il secondo gruppo italiano per numero di vendite di album, dietro solo ai Pooh, con 22 milioni di copie. Dopo circa mezzo secolo di attività, nel 2016 Franco Gatti ha lasciato il gruppo, per via anche del tragico lutto che ha colpito la sua famiglia.

Franco Gatti Ricchi e Poveri
ANSA

Nel 2013, infatti, è morto Alessio Gatti, unico figlio del noto “baffo” dei Ricchi e Poveri e di Stefania Picasso (moglie dell’artista), a soli 23 anni. Lui stesso ne aveva parlato tempo fa, a ottobre 2019, nello studio di Vieni da me di Caterina Balivo, raccontando: “Mio figlio beveva, beveva e beveva. Ed è stata anche un po’ la sua disgrazia“. Il giovane si sarebbe difatti spento dopo un cocktail fatale di eroina e alcol. “Ha fatto una ca**ata“, ha proseguito poi Franco Gatti, aggiungendo – “La prima della sua vita, con gli stupefacenti e in un momento in cui non stava bene. E l’ha pagata così.”

Franco Gatti Ricchi e Poveri
ANSA

Nonostante il suo addio datato 2016, nel 2020 ha sorpreso il pubblico grazie alla storica reunion avvenuta sul palco dell’Ariston. Nel primo Festival di Sanremo condotto da Amadeus, il conduttore è infatti riuscito nell’impresa di riunire lo storico quartetto, nel corso della seconda serata. Un momento unico, soprattutto a seguito dell’addio nel 1981 di Marina Occhiena dal gruppo e quello dello stesso Gatti nel 2016.

Le cause della morte

Gli ultimi anni sono stati segnati da diversi problemi di salute per Franco Gatti. In una delle ultime interviste, rilasciata in collegamento con Storie Italiane, l’artista aveva affermato di aver contratto il Covid. Inoltre, il noto “baffo” dei Ricchi e Poveri era già affetto dal morbo di Crohn, tant’è che in quell’occasione aveva ammesso: “Mi ha fatto bene da una parte e male dall’altra, perché mi ha fatto venire la candida nello stomaco e un piccolo herpes. Mi ha quindi guarito Matteo Bassetti.” Insomma, sebbene le cause della morte non siano state rese ancora note, risulta chiaro che lo stato di salute dell’artista fosse particolarmente compromesso.

Lorenzo Cosimi

  • Cinema e tv

    Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.