Detto da loroPrimo Piano

Sydney Sweeney su Euphoria: “Nessuno mi prende sul serio a causa delle scene di nudo”

L'attrice nella serie TV teen interpreta la disinibita Cassie e ha spiegato di non aver mai avuto difficoltà a gestirle

Euphoria è la serie teen del momento. Tornata con la seconda stagione sui piccoli schermi di NOW, la serie TV racconta le difficoltà di Rue, Jules, Nate e il resto dei personaggi (teenager e non). Ma a parlare di recente è stata Sydney Sweeney, che ha ottenuto maggiore spessore nei nuovi episodi. Se non gradite spoiler, tornate su quest’articolo in un secondo momento. Nella seconda stagione, Cassie si innamora di Nate Jacobs (Jacob Elordi) e per lui farebbe carte false. Inizia a mentire a tutti, aggrappandosi a quel segreto passionale come se fosse l’unica fonte d’acqua su un’isola deserta. L’attrice ha avuto diverse scene di nudo finora e ha raccontato a The Independent di non aver mai avuto problemi a riguardo, finché non è diventata l’unica cosa che tutti notavano di lei.

Sydney Sweeney sulle scene di nudo in Euphoria

Sydney Sweeney ha spiegato di non essersi mai sentita a disagio nelle scene di nudo. “Sono molto orgogliosa del mio lavoro in Euphoria. Ho pensato che fosse una grande interpretazione ma nessuno ne parla perché mi sono spogliata“. Oltre a Euphoria, ha recitato anche in The White Lotus. “E così all’improvviso i critici mi hanno notata. Hanno iniziato ad apprezzare il mio lavoro, a quel punto mi sono chiesta: ‘E cosa mi dite di Euphoria? E di The Handmaid’s Tale?’. Quando un ragazzo ha una scena di sesso o mostra il suo corpo, vince comunque premi e ottiene elogi. Ma nel momento in cui lo fa una ragazza, è completamente diverso“.

Sydney Sweeney

E pensare che il regista Sam Levinson aveva previsto molte più scene di nudo per Cassie. Nel corso dell’intervista, l’attrice ha spiegato di aver chiesto al regista di tagliare quelle scene che apparivano superflue. “C’erano momenti in cui Cassie doveva essere a torso nudo e io ho detto a Sam ‘Non credo sia necessario qui’. E lui ha detto ‘Ok, non ne abbiamo bisogno’. Non mi sono mai sentita come se Sam mi avesse spinta a fare una scena di nudo o volesse a tutti i costi inserirla nella serie. Quando io non volevo girarla, lui non mi ha costretta“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sydney Sweeney (@sydney_sweeney)


In passato, invece, ha avuto esperienze molto diverse. “Ho avuto esperienza pessime in cui volevo solo tornare a casa e lavarmi e pulirmi perché mi sentivo disgustosa. E questo solo perché non mi sentivo a mio agio con il mio compagno di cast o con la troupe. Non volevo che il mio personaggio lo facesse e questo mi ha reso ancor più imbarazzata. Non ero in grado di parlare”. Sydney Sweeney ha anche spiegato di non aver accusato il disagio per merito del coordinatore d’intimità presente sul set.

LEGGI ANCHE: Edoardo Pesce è Christian: “Spero di essere riuscito ad arricchirlo un po’ e a dargli una tridimensionalità”

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.